HAPPINESS CHALLENGE – LA SFIDA DELLA FELICITA’

L’inizio di un nuovo anno è spesso un momento in cui si formulano buoni propositi, si pianificano obiettivi da raggiungere e si cerca la felicità.

Quando si fa una somma, non importa in quale ordine si scrivano i vari numeri da sommare, con gli stessi numeri si ottiene sempre lo stesso risultato. Per ottenere un risultato nuovo, bisogna cambiare gli addendi, almeno uno.

Nello stesso modo, per ottenere ciò che ancora non abbiamo dobbiamo fare ciò che ancora non abbiamo fatto.

Ecco quindi un gioco, leggero ma non superficiale: 28 parole chiave, 28 piccole sfide quotidiane per accompagnarvi in un mese di benessere e cambiamento, con ironia.

Se vi va, raccontate le vostre esperienze con il gioco nei commenti.

okfelicità

Giorno 1: Gratitudine – Fai una lista scritta delle cose per cui sei grato nella tua vita.

Giorno 2: Miglioramento – Scrivi tre cose che vorresti cambiare di te stesso. Nel farlo, cerca di volgere le frasi in positivo e non in negativo. Ad esempio, non scrivere “non vorrei più avere paura di…” ma scrivi “vorrei avere il coraggio di…”.

Giorno 3: Mutamento – Individua una tua abitudine che vorresti cambiare, formula un proposito e mantienilo per tutto il mese. E’ meglio un proposito piccolo e circoscritto, ma realistico, che pensi davvero di poter portare avanti, piuttosto che un obiettivo ambizioso, a cui però prevedi che facilmente verrai meno. Ad esempio, “non mangerò più dolci dopo cena” è meglio di “non mangerò più dolci”, e “non dedicherò ai social network più di mezz’ora al giorno” è meglio di “mi cancellerò da Facebook”.

Giorno 4: Prospettiva – Scrivi una lettera a te stesso di 20 anni: parlagli di te oggi, digli cosa pensi di lui, dagli dei consigli.

Giorno 5: Liberati di ciò che non serve – Individua nella tua casa almeno 5 oggetti che non usi da più di un anno ed eliminali. Possono essere anche oggetti decorativi che non ti piacciono.

Giorno 6: Posti nuovi – Vai in un posto in cui non sei mai stato. Non deve essere per forza un luogo lontano: può essere anche nella tua città o paese. Può essere un’attrazione turistica, un edificio pubblico, un locale o un luogo naturale.

Giorno 7: Coltiva le tue relazioni – Telefona a un amico o un parente che non senti da più di un anno. Non mandare un messaggio o una e-mail, chiama.

Giorno 8: Rabbia – Pensa ad una cosa che ti ha fatto arrabbiare nell’ultima settimana, e domandati quanta importanza avrà questa cosa tra una settimana. Se pensi che ne avrà ancora molta, chiediti quanta ne avrà tra un mese, o tra un anno.

Giorno 9: Contatta il tuo bambino interiore – Riguarda il film o il cartone animato che era il tuo preferito quando avevi 10 anni. Se quando avevi 10 anni non eri solito guardare film o cartoni, riguarda il primo film di cui hai memoria che ti sia piaciuto moltissimo.

Giorno 10: Orgoglio – Pensa all’azione da te compiuta finora che ti rende più felice e fiero di te stesso, scrivila su un bigliettino e portalo con te fino alla fine del mese.

Giorno 11: Ricordi felici – Riguarda alcune vecchie foto di momenti felici a tua scelta, purché siano di almeno 5 anni fa.

Giorno 12: Amati per come sei – Individua almeno 5 parti del tuo corpo o elementi del tuo aspetto fisico che ti piacciono davvero molto.

Giorno 13: Fai pulizia – Scorri la lista dei tuoi contatti su uno dei social network ed eliminane alcuni. Puoi rimuovere dai contatti persone a cui non tieni, o che hai conosciuto in ambienti nei quali non ti riconosci più, o con cui comunque non vorresti condividere nulla nella vita reale. Se non utilizzi nessun social network, fai lo stesso con la rubrica del tuo telefono.

Giorno 14: E’ un giorno speciale – Comportati come se fosse un giorno di festa. Vestiti più elegante del solito qualsiasi siano i tuoi programmi. Apparecchia la tavola con le stoviglie delle grandi occasioni. Mangia il tuo piatto preferito.

Giorno 15: Attenzione per chi hai intorno – Pensa a un amico, un parente o un collega che sta attraversando un momento difficile o è solo e dedicagli un po’ di tempo: puoi chiamarlo, prendere un caffè con lui, andare a trovarlo o invitarlo a casa tua.

Giorno 16: Abbi cura di te – Dedica almeno mezz’ora alla cura del tuo corpo, se non lo fai abitualmente. Ad esempio puoi fare un lungo bagno, usare prodotti di bellezza se ti piacciono, andare a farti fare un massaggio, oppure divertirti a sperimentare qualcosa di nuovo col trucco, coi capelli o con la barba.

Giorno 17: Prova cose nuove – Quasi tutti i centri sportivi consentono una prova gratuita delle loro attività in qualsiasi momento dell’anno: partecipa ad una lezione di ballo, sport, yoga o arti marziali a tua scelta. Dev’essere un’attività che non hai mai praticato prima, e non importa se dopo oggi non la praticherai mai più.

Giorno 18: Paura – Individua la tua più grande paura, scrivila sullo specchio del tuo bagno con una matita per il trucco o un pennarello lavabile e guarda per un momento il tuo viso coperto dalla scritta. Ora domandati di cosa avresti bisogno per superare la paura, o per ridurre la sua influenza sulla tua vita. Se non ti viene in mente niente, pensa alla più grande paura di quando avevi 7 anni e a come hai fatto a vincerla: questo dovrebbe darti alcuni spunti che si possono adattare alla situazione attuale. Quando hai trovato il modo per combattere la tua paura, pulisci lo specchio e guarda per un momento il tuo viso libero dalla scritta.

Giorno 19: Natura – Cerca un contatto con la natura. Puoi soffermarti a guardare l’alba, il tramonto o semplicemente il cielo a qualsiasi ora; puoi recarti in un luogo naturale che ti piace, se ne hai il tempo; se sei in città, puoi modificare il tragitto che percorri per andare a scuola o al lavoro in modo da attraversare un parco. Se abiti vicino al mare, a un fiume o un lago, soffermati a osservare l’acqua.

Giorno 20: Ridi – Fai in modo da ridere a crepapelle per almeno 5 minuti, possibilmente insieme ad un’altra persona. Guardate un film, un monologo o dei video molto divertenti, fatevi il solletico, realizzate fotomontaggi buffi con ritagli di riviste, fate scherzi: voi sapete cosa vi diverte di più. Vale tutto ciò che non danneggia qualcun altro.

Giorno 21: Porta a termine le questioni in sospeso – Individua una questione o un compito che rimandi da tanto tempo e portalo a compimento. Può trattarsi di una piccola riparazione in casa o alla macchina, di un caffè con qualcuno, di una telefonata, di un acquisto o di qualsiasi altra cosa.

Giorno 22: Progetto – Pensa ad un obiettivo che vorresti raggiungere quest’anno e ad almeno 5 azioni che puoi fare per avvicinarti ad esso. Compi queste azioni appena puoi.

Giorno 23: Coltiva la tua ambizione – Se non l’hai mai fatto prima, fai una ricerca su Internet per scoprire con quali personaggi famosi o storici condividi la data del compleanno. Informati su ciò che fanno, sui loro meriti artistici, scientifici, civili o di altro tipo. Non fare confronti deprimenti tra te e loro, ma al contrario lascia che la tua ambizione, la tua voglia di migliorarti, di fare cose nuove e di coltivare i tuoi talenti ne escano rafforzate.

Giorno 24: Mostra affetto – Abbraccia con vero affetto e trasporto almeno una delle persone con cui vivi. Se vivi da solo, fai lo stesso con la persona che senti più vicina a te.

Giorno 25: Costanza – Ripensa al proposito che hai formulato il giorno 3 e fai mentalmente un bilancio di com’è andata. Puoi modificare il proposito al rialzo o al ribasso.

Giorno 26: Ancora costanza – Rileggi quanto hai scritto il Giorno 2 e domandati se hai fatto passi avanti nei tre cambiamenti che ti sei prefissato. Se la risposta è no, mostra ciò che hai scritto alla persona che ami di più e chiedile di aiutarti.

Giorno 27: Il viaggio conta più della meta – Osserva i luoghi che attraverso mentre compi un tragitto abituale, ad esempio verso la scuola o il lavoro, e nota almeno un dettaglio a cui non avevi mai fatto caso.

Giorno 28: Ti voglio bene – Dì o scrivi “ti voglio bene” ad almeno due persone.

 

 

Annunci